mercoledì 11 febbraio 2009

Street Photography winter session

street photography selection.
pushed Kodak Tri-X 400 (+2), that's up to 1600 ISO.
Pentax MX
50mm SMC M f/1.7 lens

una selezione di foto da un solo rullino! grazie a tutti per l'aiuto.
-
a selection of photographs of a single roll! thank to everyone for the help.

ragazza che fa shopping.
-
shopping girl.
coppia che fa shopping. strano che sia lui a ridere ;-)
-
shopping couple. it's strange that's he to be laughing ;-)

ora di chiusura. "ehi, c'e' uno che fa delle foto qui fuori!"
-
closing time. "hey, there's a guy shooting pictures outside!"

nella stazione. "che diavolo avra' questo da guardare? ehi, e QUELLO? ha una macchina fotografica!"
-
into the station. "what's he damn looking at? hey, and HIM? he's got a camera!"

"perche' non scrivono l'orario con gli ideogrammi?"
-
"why don't they write timetables by ideograms?"

i treni e le stazioni, uno dei miei soggetti preferiti.
-
trains and stations, one of my favorite subjects.


Fare foto di strada e' bello, e' appassionante e a volte fa salire l'adrenalina. Come quando quel ferroviere e' venuto a dirmi che per scattare foto in stazione ci vuole l'autorizzazione. Non e' vero. Ora vado in giro con una circolare in tasca. Oppure come quando quell'albanese mi e' venuto incontro incazzato, e mi ha preso per la maglia, voleva togliermi la macchina fotografica e pretendeva che gli facessi vedere le foto appena scattate. Su pellicola... certo. Poi mi ha detto che facevo le foto "come finocchio" lasciandomi basito. Siamo quasi arrivati alle manate, ma poi stranamente non e' voluto venire con me dalla polizia per chiarire la cosa.
E poi ti capita di sentire, mentre hai l'occhio nel mirino, due poco distanti che parlano.
"ma cosa fa quello?"
"e' un fotografo di strada, scatta foto alle persone."
"ma lo puo' fare?"
"certo che puo', l'ho fatto anch'io tante volte".
cosi' lascio l'occhio nel mirino e sorrido, tra me e me.
-
Shooting the street is beautiful, charming and makes your adrenaline rush up. As when that railway man came to tell me I needed a permission, to shoot pictures in the station. False. Now I have a document in my pocket to show that. Or when that albanian guy came enraged to me grabbing my shirt and asking to see the pictures I just shot. Yes, on film... Then he told me I was shooting "like a queenie" leaving me stunned. We nearly fought but he strangely didn't want to follow me to the police to clear the question.
Then you happen to hear, while looking into the viewfinder, two nearby guys talkin'.
"what's he doing?"
"he's a street photographer, he shoots pictures at people."
"and can he do that?"
"sure, I did it many times as well".
so I leave my eye into the viewfinder and smile, confidently.

2 commenti:

luca ha detto...

ottima spiegazione delle foto steet
devo dire che e il mo genere preferito anche se ci devo lavorare molto per affinare la mia teccnica,il racconto finale mi è balzato subito in testa ,molto emozionante e bello (mi sono impersonato ) belle foto ciaoo
luca da Bergamo

Ale- ha detto...

grazie Luca per la visita e per il commento.
Ho un'altra storiella "streetarola" recente che pubblicherò a breve, appena scansionati dei negativi scattati al SAIE di Bologna (una fiera dell'edilizia).
Sei il benvenuto, qui.
C'è luce a sufficienza per tutti ;-)